Tredici Ulivi

Le Marche

Tenuta Tredici Ulivi e dintorni
A Senigallia, appena verso l’interno, c’è San Silvestro. Lì si trova la nostra proprietà Tredici Ulivi.
Il territorio qui è collinoso. È ideale per belle passeggiate a piedi o in bici.
La campagna è poco popolata e ci sono soprattutto campi agricoli che coltivano girasoli e grano. Nei mesi di maggio e giugno, quando il grano è quasi maturo e i girasoli fioriscono, il panorama è strepitoso.
Dopo l’agricoltura ci sono molti produttori di vino e olio che sono molto disponibili ad aprire le loro porte per far assaggiare agli interessati i loro prodotti.

 

Senigallia
Senigallia è una delle più antiche e conosciute località balneari d’Italia. Chilometri e chilometri di spiagge sabbiose, con un’accogliente lungomare e un bel mare. In questa stilosa cittadella succede di tutto e c’è sempre qualcosa da fare. C’è un centro storico con negozietti, piccole boutique, bar e ristoranti. Le persone locali, giovani e vecchi, si sentono particolarmente a casa durante ogni periodo dell’anno.
Durante l’estate arrivano anche molti turisti stranieri e italiani, che fanno sì che ci sia una propria festa italiana.

Nonostante Ancona sia il capoluogo delle Marche, Senigallia viene considerato tale per il suo fascino. Più o meno ogni facilità è presente, c’è un grande ospedale e tanti istituti tecnici e professionali. La città ha un bellissimo centro storico con corsi pieni di negozi, piazze, ristoranti e bar. I monumenti più importanti sono: La Rocca Roveresca,, il Foro Annonario datato al 1834 e i portici Ercolani.
La costruzione più particolare è di sicuro la Rotonda a Mare datata agli anni ’30, un monumento circolare bianco, al molo. La Rotonda si trova sul lungomare con numerosi bar e ristoranti (soprattutto di pesce).
Senigallia è una città che vale la pena visitare durante tutto l’anno, per fare shopping, camminare per il corso o visitare il mercato settimanale di giovedì.

Da notare è anche che ci sono due famosi ristoranti.
Stiamo parlando di Uliassi e La Madonnina del Pescatore dello chef Cedroni.
Entrambi i ristoranti hanno 2 stelle Michelin e appartengono ai 5 migliori ristoranti d’Italia.

 

Le Marche
Da scoprire: la regione Marche, chiamata anche la nuova Toscana. L’Italia com’era prima. Questa regione è famosa per i suoi tartufi, il Verdicchio e le città medievali perfettamente conservate. Ogni posto nelle Marche ha qualcosa di speciale per cui una visita ne vale veramente la pena. La famosa città di Urbino, la città natale del pittore Raffaello, è la più famosa tra queste e il Palazzo Ducale è davvero da visitare.

Qui sotto c’è una selezione di questi, ad uno ad uno, bellissimi posti:

 

Jesi
Jesi si trova su una sporgenza rocciosa dove viene prodotto il Verdicchio, un vino bianco frizzante, famoso da secoli, imbottigliato in botti uniche. Il Verdicchio dei Castelli di Jesi viene venduto in tipiche anfore con una caratteristica forma. Nella città stessa non viene prodotto il vino ma nelle vicinanze ci sono vigneti.

Da vedere poi sono i meravigliosi dipinti di Lorenzo Lotto nei musei Civici, ospitati dal 18° secolo nel Palazzo Pianetti.

 

Corinaldo
Corinaldo è uno stupendo borgo medievale, nella provincia di Ancona. Il borgo ha un antico centro storico con numerose stradine, tante chiesette e uno dei miglior conservati muri cittadini da dove si ha una splendida panoramica dei dintorni. In questo posto sembra che il tempo si sia fermato, di sicuro alla vista dei fantastici “gruppi storici” con tamburi e venditori.
Non per caso Corinaldo è stata eletta come uno dei borghi meglio conservati d’Italia ed è uno dei borghi italiani sulla lista EDEN (european destinations of excellence) dell’Unione Europea.
Inoltre Corinaldo è la città natale di Maria Goretti, la cui casa si può  vedere ancora oggi.

 

Loreto
Dal 15° secolo, e forse anche prima, Loreto appartiene a uno dei patrimoni religiosi più visitati in Italia. La leggenda narra che la casa natale di Maria, la “casa santa”, intorno all’anno 1290 da angeli fosse stata trasportata a Loreto. Un’altra possibilità è che la “Casa Santa” fosse stata portata a Loreto da crociati. Nel 15° secolo iniziò la costruzione della basilica, Duomo Santa Casa, intorno alla Casa Santa. La casetta non è grande, 9,52×4,10 metri. La statua della Madonna è fatto di legno di cedro dai giardini del Vaticano. Minimo 47 papi hanno mostrato il loro onore verso Loreto, attraverso ina visita o una proclamazione. Nel 2004 papa Giovanni Paolo visitò Loreto. L’importanza della Casa Santa è grande perché secondo i Cattolici questa è la casa in cui nacque Maria e in cui fu visitata dagli angeli. La storia è una di miracoli, meraviglie e guarigioni, che ha come conseguenza un crescente flusso di pellegrini, e quello che ci meraviglia sono le file che si formano per confessarsi. Loreto merita una visita, ti sorprende.

 

Urbino
Urbino si trova nella provincia Pesaro-Urbino ed è una delle più belle e miglior conservate città d’Italia. Il monumento più importante è il Palazzo Ducale datato al 15° secolo, costruito su ordine del duca di Montefeltro. Nel Palazzo Ducale si trova la Galleria Nazionale delle Marche, dove si possono ammirare opere di Raffaello, il famoso pittore natale appunto di Urbino.
Urbino, essendo una città universitaria, ha sempre un piacevole trambusto. Con soli 1500 abitanti, la città è stata costruita principalmente da Federico di Montefeltro, che governava Urbino dal 1444 al 1482, era ammirato soprattutto per il suo coraggio come mercenario.

 

Ancona
Ancona è la più grande città portuale nelle Marche e il capoluogo della regione. Per colpa dei bombardamenti della 2ª guerra mondiale, la parte medievale della città è stata distrutta. La Loggia dei Mercanti datata al 15° secolo, ricorda molto la ricchezza di quel periodo.

Bella è anche la chiesa romana Santa Maria della Piazza. Inoltre c’è anche l’arco di Traiano datato al 115 d.C e uno degli archi romani miglior conservati d’Italia.

Se cerca di arrivare in cima alla città attraverso le piccole stradine, arriverà all’anfiteatro e troverà il silenzio. Dalle mura intorno ad esso si vede il mare turchino e i maestosi scogli. Sotto Ancona ci sono il Monte Conero, una riserva naturale con i più belli strapiombi delle Marche, e i famosi posti Numana e Sirolo.

 

Gradara
Destinazione gradita da escursionisti per un giorno. Sulla cima di una collina e completamente murata. In lontananza si può vedere il grande castello Malatesta. Questo fu restaurato nel 1494 e ottenne la sua forma odierna nel 1920. Durante il Rinascimento venne conquistato diverse volte.

Da vedere anche il Palazzo del Comune dove si possono vedere molti capolavori. Gradara ha molti ristorantini e diversi negozietti turistici.

 

Urbania
Urbania è una piccola città con un antico centro storico. Sopra al fiume Metauro c’è la più importante vista, cioè il Palazzo Ducale, uno dei palazzi Rinascimentali dei duchi di Montefeltro. Non è proprio comparabile con la maestosità di quello di Urbino ma ne vale comunque la pena. Da nominare anche la Chiesa dei Morti dove si trovano alcuni resti mummificati.

 

Fabriano

Vale anche la pena visitare il centro storico di Fabriano. La maggior parte dei monumenti sono stati ricostruiti dopo il forte terremoto del 1997. Sulla Piazza del Comune ci sono alcune antiche chiese. Di sicuro dovrà visitare il museo della carta! A Fabriano dal 13° secolo viene prodotta in modo artigianale la carta. Qui è stata generata la filigrana per le banconote e sul fiumicino Giano si sono sviluppati i primi mulini di carta in Europa.

 

Ascoli Piceno
Questa fantastica cittadina che, cosi si dice, è più antica di Roma, ha un grande centro storico che è pressappoco tutto costruito in Travertino (un marmo molto usato in questa zona). È una “grande” città, con circa 60.00 abitanti.

Piazza del Popolo, è uno spazio pedonale con una piazza rivestita in Travertino. Questa meravigliosa piazza è una delle più eleganti d’Italia. Da una parte della piazza c’è il Palazzo del Popolo, un palazzo datato al 13° secolo, monitorato dall’imponente statua di papa Paolo III. Entra per vedere l’aula rinascimentale. La grande chiesa gotica di San Francesco copre un altro lato della piazza. Su questa piazza si trova anche il famoso bar “Meletti” dove con la goduria di un bel calice di prosecco si possono guardare i passanti.

L’altra grande piazza, Piazza Arringo, è quasi impressionante come Piazza del Popolo ed è affiancata dal Duomo, la cattedrale, e dal municipio. Qua dentro si possono trovare la Pinacoteca Civica, il museo dell’arte Ascolano, con il piviale di papa Nicola IV datato al 13° secolo, uno stupefacente ricamo fatto in Inghilterra. Da dentro al Duomo si ha vista sul colorato pollitico “la Madonna e i Santi” di Carlo Crivelli.

Il vecchio quartiere ha antichi monumenti e un’affascinante vista sul mare. Le più belle strade sono Via Soderini e Via di Solesta. La chiesa di Santa Lucia fu costruita nel 1557 in onore a Papa Sisto V, l’abitante più conosciuto della città.

La città di Ascoli Piceno è senza dubbio la più importante, interessante, storica e artistica delle Marche e forse di tutta Italia. Per secoli aveva contatti mercanti con Roma. Il nome della via connettiva tra Ascoli e Roma, la Salaria, venne già nominata nella conclusione dell’accordo commerciale del 299 a.C. Questa importante strada, che collega il lato tirrenico con quello adriatico dell’Italia, era fondamentalmente strategica e di importanza militare per i Romani.

 

San Leo
San Leo è stazionata su una grande roccia. Per via della posizione strategica, questa cittadina ha visto molti conquistatori e visitatori. Vi può trovare un impressionante castello e una parrocchia del 9° secolo e il Duomo datato al 12° secolo, uno stiloso monumento Romano.

 

San Marino
La piccola San Marino è la repubblica più antica d’Europa. Sulle pendenze del Monte Titano, San Marino ha la sua moneta, francobolli, squadra di calcio e addirittura un piccolo esercito di 1000 soldati. I confini, da una parte all’altra, distano solo 12 km.

 

Fano
L’antica Fano si differenzia dalle altre cittadine balneari nel sud di Pesaro per il suo centro e i numerosi palazzi antichi. La città era il punto finale di via Flaminia (un’importante via consolare di Roma) e la più grande colonia romana sulla costa Adriatica. L’arco d’Augusto è il più importante monumento di Fano

 

Le Grotte di Frasassi
“una bella fiaba scritta dall’acqua”

Sono aperte per quasi tutto l’anno (chiuse dal 1° al 30 di gennaio, dal 4 al 25 di Dicembre) e vale sicuramente la pena visitarle. Le Grotte di Frasassi si trovano nel comune di Genga (AN) nel parco naturale della Gola della Rossa e di Frasassi. Le grotte sono state aperte al pubblico solo negli anni ’70. È un complesso di grotte gigantesco, con grandi spazi in cui, in quello più grande, entrerebbe il Duomo di Milano. C’è un percorso lungo 1,5 km attraverso ampi “corridoi” che la portano al fiabesco spettacolo di stalattiti e stalagmiti, laghetti cristallini e bellissime sculture naturali.

 

Assisi (Regione di Umbria)
Assisi è stazionata maestosamente sul fianco Nord-Occidentale del monte Subasio. Questa stupenda città medievale gestisce l’eredità di San Francesco d’Assisi (1181-1226), che è sepolto nella travolgente basilica che porta il suo nome. Assisi è visitata giornalmente da pellegrini che vengono a meditare nei diversi posti dove Francesco avrebbe messo piede. La basilica, che spunta alta sopra Assisi, è una delle tombe cristiane più grandi. La città, nonostante il grande terremoto del 1997 si è mantenuta splendidamente e tutti i restauri alla basilica sono completati. Per colpa del terremoto, le opere di Cimabue, come La Crocifissione, furono distrutte completamente. Anche gli affreschi di Giotto caddero a pezzi. Giotto e Cimabue facevano parte dei più grandi artisti Fiorentini e Senesi del 13° e 14° secolo.
Per merito di una squadra di specialisti con una pazienza sovrumana, oggi possiamo riammirare queste opere. Difatti questi specialisti hanno speso anni per trovare i frammenti, riordinarli e ricomporli e infine sono riusciti a restaurare questo enorme puzzle! La costruzione della basilica iniziò nel 1228 e 4 anni dopo la morte di San Francesco la sua tomba venne posizionata all’interno di essa.

Altre attrazioni turistiche sono: il Foro Romano e il tempio di Minerva, datate ai tempi di Augusto, la Basilica di Santa Chiara, dove è sepolta Chiara, la partner di Francesco, il Duomo con una splendida facciata romana, le cui fondamenta sono stazionate sopra a un antico serbatoio d’acqua del 2° secolo a.C, la Rocca Maggiore, una struttura di protezione sulle rovine di un’antica fortezza del 12° secolo, con una torre che da una spettacolare vista sulla città e sul monte Subasio.